Immagini

NON EXPEDIT – Lavori in corso

Immagine Postato il Aggiornato il

12717356_1696392103978498_5631389299994077090_n6598_1686114635006245_600217337517609895_n12651266_1692792317671810_8882182346731343016_n12694603_1698420503775658_3845660949801537543_o

 

 

 

                                    

                                      NON EXPEDIT

                               Il nuovo album dei N.s.p.n.

“Frank” Dischi obliqui 2014

Immagine Postato il

FRANK

Il 2014 è l’anno dell’uscita del quarto album del gruppo, il vero seguito di L’ultimo giorno era ieri. Il lavoro s’intitola Frank ed è realizzato con brani composti e arrangiati dai Nova sui prati notturni e prodotti da Luca Sammartin dell’Haunted Studio di Nicola Frigo. Sette brani, di cui due strumentali, che sono anche l’asse portante (assieme a Double Bass, brano inedito) dell’opera post rock dedicata e ispirata dal Frankenstein di Mary Shelley.

 

PRODUZIONE

Dischi obliqui (n.cat: DO 012)

 

NOVA SUI PRATI NOTTURNI

Massimo Fontana: chitarra elettrica, voce, testi

Federica Gonzato: basso, voce, testi

Gianfranco Trappolin: batteria, chitarra elettrica, basso, voce

Giulio Pastorello: chitarra elettrica, batteria, glockenspiel, voce

e con

Luca Sammartin: elettronica

 

 REGISTRATO

Presso Haunted Studio, novembre 2013 da Nicola Frigo.

Mixaggio e produzione:Luca Sammartin

“Holodomor OST” Dischi Obliqui 2014

Immagine Postato il

Holodomor OST

Holodomor OST, colonna sonora del documentario “Holodomor, la memoria negata” realizzato da Manuel Baldini e Fabio Ferrando, che si occupa della grande carestia che negli anni 1932 e 33 colpì l’Ucraina, allora parte dell’Unione Sovietica. Il termine Holodomor deriva dall’espressione moryty holdom, che significa “infliggere la morte attraverso la fame”.

PRODUZIONE

Dischi obliqui (n.cat: DO 014)

 

Massimo Fontana: chitarra elettrica.

Federica Gonzato: basso.

Gianfranco Trappolin: chitarra elettrica, basso.

Giulio Pastorello: chitarra elettrica.

 

REGISTRATO

Presso Haunted Studio, novembre 2013 da Nicola Frigo.

Mixaggio e produzione: Giulio Pastorello

FRANK – opera post rock

Immagine Postato il Aggiornato il

frank opera post rock

My attention was fixed upon every object the most insupportable to the delicacy of the human feelings

(La mia attenzione era fissa su ogni cosa che risulta insopportabile alla delicatezza dei sentimenti umani)

Mary Shelley

Frank, seconda opera post rock di Nova sui prati notturni, Manuel Baldini e Fabio Ferrando è una rilettura elettrica per introiezioni visive e sonore del Frankenstein di Mary Shelley, poi tradotto come materia per tensioni ambient e psichedeliche, snaturato, fatto a pezzi e reso a se stesso nel modo possibile ora.

Sette momenti del romanzo corrisposti da sette brani dei Nova sui prati notturni e dai video triangolari realizzati da Baldini e Ferrando.

A completare l’opera NWO, macchina galvanista creata da Fedra Fò posta a sinistra del palco che macina schermografie fluorescenti su ingranaggi dorati in cilindro di plexiglass.

Chi assisterà a Frank potrà non aver letto il romanzo di Shelley e avrà una trama composta da sette tracce da sviluppare liberamente, come Holzwege; chi l’avrà letto potrà cogliere dei segni, lampi di analogie e metafore disseminati.

Nova sui prati notturni 2013